martedì 21 febbraio 2017

VENERDÌ LA CLASSIFICA FINALE DEI "LUOGHI DEL CUORE" DEL F.A.I. CON IL FORTE SAN FELICE


Venerdì 24 febbraio il Fondo Italiano per l'Ambiente renderà nota la classifica ufficiale dei Luoghi del Cuore 2016, tra i quali concorre -nelle alte posiziono- anche il Forte di San Felice. A pochi giorni da questo importante e atteso momento, il referente del comitato Erminio Boscolo Bibi chiede che le migliaia di firme raccolte a sostegno del Forte siano presentate in una seduta del consiglio comunale: «L’invito all’intero consiglio è di condividere il sentimento dei cittadini e a raccoglierne la pressante domanda. Chiediamo ai consiglieri comunali di approvare tutti assieme una mozione di intenti che impegni l’amministrazione a perseguire con decisione tutte le strade con tutti gli interlocutori che portino alla salvaguardia e al recupero nei tempi più brevi possibili del Forte San Felice, rendendolo davvero patrimonio di tutti». Continua Bibi: «Il Comune di Chioggia riveste un ruolo centrale per la salvaguardia e il recupero del Forte San Felice, solo con una sua decisa azione si potrà realizzare la dismissione dalla Marina Militare, che attualmente ha ancora in uso il Forte come sede della reggenza Fari e segnalamenti marittimi del compartimento di Chioggia. E solo con una sua decisa azione nei confronti di tutti gli enti interessati (Soprintendenza, ex-Magistrato alle Acque e Ministero, Regione Veneto, Città metropolitana) si potrà mettere in moto un processo concreto per il recupero e la valorizzazione che ne salvaguardi comunque l’uso pubblico e che nell’immediato possa arrestarne lo stato di degrado».

Nessun commento:

Posta un commento

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.