lunedì 11 gennaio 2016

CLAMOROSO GRANAIO: ARRIVA LA DITTA, MA IL CANTIERE NON PARTE

Palazzo Granaio: arriva la ditta, ma il cantiere non parte. Clamoroso: stamattina doveva partire il cantiere per il ponteggio sulla facciata del Palazzo Granaio per il tanto atteso restauro. Sembrava tutto a posto, ma il capocantiere che era a Chioggia con dei tecnici per iniziare a fare i rilievi ha dovuto fare marcia indietro perchè la gelateria Carpe Diem e il commerciante egiziano sul lato dell'ingresso della Pescheria non hanno rimosso le tende dei loro plateatici in concessione. E si che tutti i giornali riportavano la notizia che il cantiere sarebbe partito oggi e che l'amministrazione aveva provveduto ad avvertire tutte le attività commerciali sotto il Granaio. L'amministrazione aveva lanciato un comunicato in cui gli assessori Riccardo Rossi e Marco Dughiero assicuravano che: “Come è stato annunciato e promesso, partiamo con questo importante lavoro di restauro e di recupero funzionale di uno degli edifici più pregiati del centro storico e più importanti per la storia della nostra città” spiega l'assessore ai Lavori Pubblici, Riccardo Rossi. “Le diverse operazioni del cantiere verranno seguite e monitorate nel dettaglio e verranno via via programmati una serie di incontri con gli operatori coinvolti”, assicura l'assessore alle Attività Produttive, Marco Dughiero. Eppure stamattina i plateatici di queste due attività erano ancora al loro solito posto. La responsabile dei lavori ha cercato dei referenti del Comune ma poi ha preferito andarsene. Dagli uffici è filtrato che sarebbero emersi alcuni problemi di comunicazione ma che i lavori inizieranno regolarmente " non siamo stati avvertiti " si sarebbero giustificati i titolari degli esercizi che hanno bloccato l'inizio lavori

5 commenti:

  1. Strano, sembra una delle solite balle montate ad arte per andare contro a questa amministrazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti abbiamo fatto apposta così non ci diranno che l'appoggiamo...

      Elimina
  2. Come già detto, questo è solo l’inizio dei problemi.

    Oh, si risolveranno ed anche presto, ma l’inghippo non è questo, le vere rogne verranno fra 6 mesi. Infatti per adesso il cronoprogramma dei lavori prevede l’intervento delle impalcature e ponteggi, il rifacimento del coperto e delle capriate, che secondo l’Amministrazione non intralcerebbero le attività commerciali del piano terra.

    La faccenda è già di difficile attuazione, ma mettiamo pure che ci riescano, il problema è solo rimandato di sei mesi. Quando si interverrà sul piano terra, sai le liti con commercianti !! …..ma questi sono problemi della futura Amministrazione. All’attuale interessa soprattutto un bel cartellone gigante per pubblicizzare l’agognato inizio dei lavori perché sperano che porti qualche voto a chi si ricandiderà. (boscolo)

    RispondiElimina
  3. A quando un intervista a Mr.Brollo???

    RispondiElimina
  4. Ultima ora in comune: Pare che il chiosco dell'extracomunitario non si potra' togliere e blocchera' tutti i lavori. Informati e vedrai

    RispondiElimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.