venerdì 20 gennaio 2017

I VOLONTARI DI BRONDOLO TORNANO NELLE MARCHE PER AIUTARE LE POPOLAZIONI TERREMOTATE


I volontari dell'associazione NOI (Nuovo Oratòri Italiani) tornano a disposizione delle zone terremotate, dopo l'invio dello scorso dicembre a Visso. Sempre la località in provincia di Macerata è la meta della nuova operazione, che partirà domattina alle ore 6 dalla chiesa di Brondolo con una vettura che seguirà tre furgoni carichi di generi alimentari: pasta, riso, tonno, pomodoro, zucchero, latte, forme di formaggio, olio, vino, frutta e verdura in quantità industriale. Le offerte sono giunte al circolo NOI da Lattebusche, Vini Vazzoler, F.lli Chieregato, Sparissi, Zambonin e da alcuni ciclisti dilettnti. La mensa del campo di Visso prepara quotidianamente oltre 600 pasti, buona parte dei quali si regge sulle donazioni da Chioggia.

FINALMENTE RIPARATO IL PORTELLONE DI USCITA DALLA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO


Finalmente è stato sistemato uno dei portelloni di uscita dalla caserma dei Vigili del Fuoco in via Mazzini a Chioggia. Un'avaria all'apertura del garage lo aveva reso inutilizzabile fin dalla scorsa estate. La competenza era in capo alla Provincia di Venezia, poi passata sotto la Città Metropolitana, che fino a poco tempo fa asseriva la propria mancanza di fondi necessari alla riparazione. Tutto è bene quel che finisce bene, soprattutto per i pompieri impegnati nelle missioni quotidiane al servizio della città.

giovedì 19 gennaio 2017

RITROVATA TARTARUGA SULLA BATTIGIA DI SOTTOMARINA. RIFOCILLATA, È AL CENTRO DI RECUPERO


Piacevole quanto ormai rara sorpresa, ieri mattina, per due sportivi che come ogni giorno praticavano nordic walking in riva al mare di Sottomarina. Una tartaruga, sfinita, boccheggiava sulla battigia davanti ai bagni Arcobaleno: «L'abbiamo portata dal veterinario dott.ssa Dupuis -dice Matteo Ramello- che le ha somministrato del glucosio, si è ripresa e poi l'abbiamo portata al centro di recupero». Bravi i due ragazzi e il medico, e anche i pescatori che non di rado -seguendo un protocollo d'intesa con il Comune- si rendono protagonisti del salvataggio di questi animali un tempo più abituali del mare prospiciente Chioggia.